ALTO GARDA/DOSS PENEDE : DAL BRONZO ATTRAVERSO RETI E ROMANI

La campagna di scavo condotta dall’Università di Trento con la Soprintendenza per i beni culturali e il Comune di Nago Torbole

È l’archeologia delle Alpi, quella che racconta come dalla seconda età del Ferro, che ha inizio alla fine del VI secolo a.C, si passò, nel I secolo a.C. al dominio di Roma. Lo scavo archeologico di Doss Penede (Nago-Torbole, Tn), dell’università di Trento, è un sorprendente incontro di un vasto insediamento retico in un punto dominante tra Alto Garda, valle del Sarca e assi di penetrazione verso nord, nel cuore delle alpi e poi nell’Europa settentrionale. Ora ci sono i ruderi del castello medievale (XII secolo), ma sicuramente già nell’età del Ferro la sommità era occupata. Quel che è certo è che, nella collina sottostante, in un punto panoramico mozzafiato, ora occupato dalla boscaglia, una serie di terrazzamenti formavano un insediamento piuttosto imponente, sia sotto Roma, sia in precedenza, quando questi erano i territori dei Reti.

Il mondo retico, nella sua parte meridionale, è caratterizzato, dal punto di di vista archeologico, dalla cosiddetta Cultura di Fritzens-Sanzeno, ben riconoscibile per alcune tipologie materiali, ceramiche a strisce, fibule, ma soprattutto la tipologia abitativa, la casa retica, che a Doss Penede non manca. Poi arrivano i Romani. In questa parte del mondo retico sembra che il loro insediamento avvenga lentamente, con un assorbimento della cultura della potenza mediterranea da parte delle popolazioni locali. Con la campagna di Druso, del 15 a.C. in altre aree retiche andò diversamente. (Da Archaeoreporter Angelo Cimarosti)

Doss Penede

L’ultima campagna di scavo condotta dall’università di Trento con la soprintendenza per i beni culturali della provincia di Trento e il comune di Nago Torbole nel sito archeologico di Doss Penede ha permesso di portare alla luce nuovi rinvenimenti che vanno dall’Età del bronzo alla seconda Età del ferro, fino al periodo romano. L’area – informa una nota – era conosciuta già a partire dagli anni Novanta, ma è divenuta oggetto di indagine solo a fine 2018

Quello che abbiamo scoperto finora ci permette di ipotizzare che l’insediamento non sia nato come iniziativa spontanea di una comunità locale, ma piuttosto come progetto organico, frutto di un’iniziativa pubblica, probabilmente legata alla città di Brixia (Brescia)”, spiega Emanuele Vaccaro, ordinario di Archeologia classica all’Università di Trento e responsabile scientifico dello scavo. “Doss Penede – prosegue il docente – conosce tre grandi periodi di occupazione: la prima, più antica, risale all’Età del bronzo, tra la metà del 14/o secolo a.C. e il secolo successivo. Il sito si caratterizza poi per un’espansione significativa nella seconda Età del ferro, quando il territorio altogardesano era abitato dalle popolazioni retiche. L’ultima grande occupazione si colloca tra la romanizzazione e la tarda età imperiale, all’incirca tra la metà del 1/o secolo a.C. e gli inizi del 4/o secolo d.C”.


    I risultati della campagna 2022 hanno permesso di circoscrivere il sito a più di tre ettari, occupati capillarmente. “È un luogo estremamente importante nell’ambito della ricerca archeologica del Trentino, in primo luogo per l’estensione, ma anche per lo stato di conservazione stupefacente e per il ruolo particolare di questo luogo rispetto alle testimonianze emerse finora nell’Alto Garda. Le prospettive di ricerca sono davvero importanti, soprattutto considerando che fino ad ora è stata indagata una minima parte dell’area”, aggiunge Cristina Bassi, archeologa della Soprintendenza per i beni culturali.


    La campagna di scavo 2022, che coinvolge anche studenti dell’università di Trento, Ferrara, Modena, Reggio Emilia e Verona, si fermerà nei prossimi giorni per la consueta pausa invernale. (ANSA).

LINK:

https://www.researchgate.net/publication/344953664_Il_sito_preromano_e_romano_del_Doss_Penede_Nago-Torbole_TN_la_campagna_di_scavo_2019

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...