I GALLI IN PIEMONTE E NELLA CISALPINA

DA LA MOSTRA “GALATI VINCENTI ”

La mostra “Galati vincenti” si propone di ricordare l’importanza di un popolo al centro della storia antica europea attraverso le testimonianze materiali della sua
significativa presenza nella nostra regione, ripercorrendo le tappe fondamentali dei diversi gruppi etnici,  riconducibili alla matrice culturale celtica, a partire daiCelti della cultura di Golasecca del VI secolo a.C. fino alla piena romanizzazione del I secolo a.C. L’esposizione presenta reperti e corredi tombali d’eccezione, documenti scritti e monetali inediti, presentati al pubblico per la prima volta o nuovamente dopo anni di assenza, grazie al prestito dei Musei Civici di Novara, del Museo del Paesaggio di Verbania Ornavasso e delle Soprintendenze Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Torino e delle province di Biella, Novara, VCO, Vercelli.

Biella: Alla scoperta dei Galati al Museo del Territorio Biellese ...

La bellezza intrinseca degli oggetti in mostra, unitamente
all’ausilio di fonti storiche e ricostruzioni grafiche di opere della grande arte greca, come il Galata morente, racconta storie di uomini, i Celti cisalpini, evidenziando le principali
caratteristiche della loro cultura e cogliendone l’evoluzione nei secoli: lance, spade ed un particolare elmo restituiscono il fascino del costume guerriero; gioielli in oro, vetro,
argento e bronzo ci introducono nel mondo della moda femminile del tempo; particolari vasi in terracotta per il vino, vasellame bronzeo per i banchetti indiziano i contatti con i popoli dell’Italia centrale, monete in oro e argento testimoniano l’alto livello di autoaffermazione raggiunto da questi antichi popoli. “Vincenti” perché i Galati, come venivano chiamati dai Greci, esprimono oggi, attraverso le tracce della loro
cultura, giunta fino a noi, anche la gloria della dignità della sconfitta, costituendo un capitolo fondamentale della storia della civiltà umana che il Museo del Territorio Biellese intende celebrare con questa mostra, ampliando l’offerta della propria esposizione archeologica permanente e proponendo, per la prima volta, anche una stele della necropoli di Cerrione mai esposta al pubblico.

Libretto-Celti-bassa-def (1)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...