SCHIAVI E LIBERTI NELL’EPIGRAFIA DELLA GALLIA CISALPINA

Schiavi e liberti municipali nell’epigrafia latina della Gallia Cisalpina

Luciani, Franco <1981>
transpadana - Ambiente & Cultura

La tesi prende in esame tutto il patrimonio epigrafico di età romana relativo agli schiavi e i liberti pubblici municipali della Gallia Cisalpina: Regiones VIII, IX, X, XI. Dopo un inquadramento storico-geografico della regione in epoca romana (Capitolo 1), vengono analizzate tutte le iscrizioni latine relative ai membri della familia publica, andando a costituire un corpus di 69 testimonianze (Capitolo 2); tutti i documenti, se ancora esistenti e reperibili, sono stati sottoposti ad autopsia. Segue uno studio prosopografico del personale subalterno di proprietà pubblica operante in Gallia Cisalpina (Capitolo 3); oltre alle testimonianze certe di schiavi e liberti pubblici sono esaminate anche le attestazioni di individui portatori del gentilizio Poblicius/Publicius o di nomina coniati su nomi di città. Vengono poi analizzate le attività professionali alle quali risultano deputati i servi e i liberti publici in Gallia Cisalpina (Capitolo 4). Infine è affrontato il problema della posizione sociale dei servi e dei liberti municipali nelle città della Gallia Cisalpina (Capitolo 5).

Stele funeraria del gladiatore Urbicus - Yelp

Clicca qui per l intero volume:

Files in questo item

Icon

Questo item appare nelle seguenti collezioni

 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...